Somalia, Bonino: "Italia deve coinvolgere gli altri Paesi Ue"

Alla Conferenza in terra d'Albione parteciperanno 55 delegazioni tra Stati e organizzazioni internazionali. I Paesi della regione africana saranno rappresentati al massimo livello, quelli occidentali da ministri e sottosegretari.

Esordio a Londra da ministro degli Esteri

La Somalia? Il ministro degli Esteri Emma Bonino si prepara al debutto internazionale, a Londra, partecipando alla Conferenza internazionale sulla Somalia. E in anteprima, a Radio Radicale, dice la sua: "La Somalia è un dossier caldissimo che è da anni all'attenzione dell'Italia. Ora è necessario coinvolgere gli altri Paesi europei".

Alla radio, il ministro ha aggiunto: "La situazione nel Corno d'Africa presenta molti aspetti oscuri, ma anche aspetti che sembrano positivi e in via di stabilizzazione. Nell'ultimo anno c'è stato un accentuato attivismo britannico che avrà come punto importante la conferenza a livello europeo in programma in autunno. A Londra ci sarà l'occasione per calibrare meglio l'impegno dell'Italia, che è stata presente in Somalia anche quando altri Paesi sembravano distratti".

Alla Conferenza in terra d'Albione parteciperanno 55 delegazioni tra Stati e organizzazioni internazionali. I Paesi della regione africana saranno rappresentati al massimo livello, quelli occidentali da ministri e sottosegretari. La riunione sarà copresieduta dal premier btiannico, David Cameron, e dal presidente della Somalia, Hassan Sheikh Mohamud. Già questo pomeriggio Emma Bonino vedrà il collega britannico, William Hague. Domani sono in programma gli incontri bilaterali con i colleghi di Uganda, Etiopia e altri Paesi del Vecchio Continente.

La Conferenza si articola su quattro grandi temi: sicurezza, giustizia e polizia, responsabilità e gestione delle risorse finanziarie da parte del governo somalo, processo politico. Bonino parlerà nella seconda sessione, dedicata a giustizia e polizia. Obiettivo dichiarato della Conferenza e' quello di manifestare sostegno politico e coordinare il supporto tecnico e finanziario della comunità internazionale a favore dei piani di riforma elaborati da parte del governo somalo. La Farnesina ha fatto sapere qual è la posizione italiana sulla Somalia: coerente negli anni a favore dell'attuale processo di formazione del Paese, federale e in via di stabilizzazione.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO