D'Alema go home? Teniamoci Berlusconi ...

A casa! A casa Massimo D’Alema! Si può ricordare cosa ha detto ieri sera a Torino il “lider” Maximo senza rischiare il .. “linciaggio”?

Su Berlusconi: “Usa l’aggressione contro i propri avversari, vedi Fini, e un linguaggio squadrista. E’ lui che ha portato questo stile in politica”.

Su Fini: “Deve dimostrare che non si è fatto intimidire dagli squadristi. Se rompe col premier va trattato da interlocutore. E’ anche nostro interesse avere una destra con senso dello Stato e rispetto per la legalità”.

Sul voto anticipato : “Se si va alle urne, possiamo vincere, se con questa legge porcata, meglio andare in compagnia, perchè vince la coalizione con un voto più dell'altra”.

Su Di Pietro che ha chiuso all’Udc: “ Senza alleati non si vince. Casini può essere un alleato su un programma condiviso. Sia l’Udc che l’Idv in Piemonte hanno sostenuto lo stesso candidato. Allora?”.

Su Renzi sindaco di Firenze che vuole “rottamare” i vertici del Pd: “ A questo giovanotto dico che serve maggior senso della misura e attenzione all’uso delle parole”.

Sulle primarie del Pd: “Io voto Bersani”.

Sulla sinistra e i partiti: “critico il fondo di antipolitica che ha colpito anche la sinistra non solo per l'idea che i governi che si formano in Parlamento siano un intrigo e una porcheria, che è antidemocratica e alberga solo in Italia, ma anche per il «disprezzo per i partiti» e «l'idea che c'è il capo e c'è il popolo”.

D’Alema dixit. A casa? Teniamoci Berlusconi …

  • shares
  • Mail
31 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO