Domani l'atteso discorso di Fini a Mirabello. Cosa possiamo aspettarci


Cresce l'attesa per il discorso del Presidente della Camera Gianfranco Fini al convegno di Mirabello. Si tratterà di un vero crocevia della politica italiana, dato che in base alle sue parole si deciderà se andare a elezioni anticipate, rinsaldare la vacillante alleanza interna al Pdl e quant'altro.

Il leader della Lega Umberto Bossi ha più volte fatto riferimento a questo appuntamento per fare il punto della situazione e così anche vari esponenti di area berlusconiana. Ieri per esempio nel dibattito televisivo del programma In Onda su La7 era evidente la tensione (pur mascherata da moderazione) tra il portavoce di Futuro e Libertà Italo Bocchino e la combattiva Nunzia Di Girolamo, che faceva rilevare (un po' come Di Pietro) che se Fini avesse risposto chiaramente alle accuse riguardo alla famosa casa di Montecarlo la querelle si sarebbe chiusa da tempo.

Prevedibile comunque un discorso di apparente buon senso nel tentativo di ritornare all'ovile ma senza perdere la faccia. Bocchino stesso ha riconosciuto che Fli si colloca intorno allo 0,50% secondo gli ultimi sondaggi e il ricorso a elezioni anticipate per la nuova forza politica sarebbe rovinoso.

Ecco perché la parte lealista del Pdl farà di tutto per spingere i futuriani all'autodistruzione... ma anch'essa deve fare attenzione. L'elettorato non gradirebbe un atto di forza in un momento così critico e ne consegue la fuoriuscita "volontaria" degli "scissionisti" diventa l'obiettivo dichiarato.

La palla a Fini ora.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO