Ore 12 - Berlusconi e Bossi con l'elmetto: è guerra di pollaio

altroIn due, se lo dicevano anche il gatto e la volpe, ci si fa più coraggio. Ma chi va col zoppo impara a zoppicare.

Orbene, fra Berlusconi e Bossi è difficile fare certe disquisizioni … “ortopediche”. Ma il comunicato emesso dopo la solita cena di Arcore è patetico, un classico, misero autogoal.

Peggio: è la dimostrazione della perdita di lucidità politica del premier e del vero capo dell’attuale alleanza di centrodestra.

Alle (pur discutibili) questioni politiche avanzate dal cofondatore del Pdl, il binomio B&B, unici titolari della ditta che comanda l’Italia, si risponde con una vera e propria aggressione contro il presidente della Camera: una richiesta al capo dello Stato per far dimettere Fini, che viola palesemente il principio costituzionale della separazione dei poteri, aprendo addirittura un conflitto istituzionale.

E’ evidente che le dimissioni sono chieste per intimorire Fini. Ed è altrettanto evidente che Fini non si dimetterà e che non ci sarà nessun capo dello Stato a esaudire in questo il premier e il suo ministro leghista.

Siamo alle guerre di pollaio, alla fuga dalle responsabilità istituzionali.

Sono gli ultimi fuochi del berlusconismo, pianta malata che genera gli ultimi frutti bacati. Sta per calare il sipario.

Pareva solo una farsa. Che non sfoci in tragedia. Il teatrino sta per chiudere. Chi spegne la luce?

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO