Tolleranza zero alla Lega Nord: Ballaman espulso


La credibilità di una forza politica come la Lega Nord passa quasi interamente per il suo codice etico interno, e Bossi sa bene quanto questo aspetto sia importante per avvalorare agli occhi degli elettori la diversità del Carroccio e conseguentemente anche le sue battaglie sul tema.

Ecco perché quando capita uno scandaletto relativo ai parlamentari leghisti la notizia fa sempre doppio clamore, come se si volesse sottolineare il concetto che "alla fine anche voi siete come tutti gli altri". Ed ecco perché il partito ha varato una politica di tolleranza zero nei confronti di chi sgarra.

Ultimo caso quello di Edouard Ballaman, ve ne ricordate? Ci siamo occupati ampiamenti qui su PolisBlog dell'uso personale fatto dall'ex-Presidente del consiglio regionale friulano della sua auto blu. Il tutto dopo che egli stesso aveva tuonato più volte contro questo malcostume, peraltro.

Ebbene, Ballaman (a destra dei Bossi nella foto) è stato costretto all'autosospensione dal partito, per poi essere dimesso dall'incarico e di fatto buttato fuori dal Carroccio. Ora fa parte del gruppo misto. Era già successo in passato con esponenti minori come Grassano, Biasin e Soardi, ma questa volta a farne le spese è stato un pezzo grosso, a dimostrazione che soprattutto a elezioni imminenti non si guarda in faccia a nessuno.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO