Paolo Ferrero e Oliviero Diliberto nelle liste del Pd: scacco matto al Pdl!!

Se non fossero le austere pagine del Corriere della sera a riportare la notizia si potrebbe pensare ad una delle ironiche freddure di Spinoza: il Pd sarebbe pronto a mettere in lista, sotto il proprio simbolo tricolore, 10 deputati di Prc e Pdci (compresi i segretari nazionali Ferrero e Diliberto) in modo da farli eleggere in Parlamento.

Gli stessi, se eletti, non entrerebbero nell'eventuale Governo di centrosinistra (tanto con queste genialate nemmeno nel 2095 ce ne sarà uno...) ma si impegnerebbero a sostenere Bersani nelle eventuali primarie a cui parteciperebbe anche Nichi Vendola.

Dai tempi della desistenza forse questo è il tentativo più goffo e impresentabile di garantire una presenza parlamentare alla sinistra (che ancora si rifiuta di riunirsi in un solo soggetto), reso ancora più penoso dalla postilla con la quale viene specificato che i deputati comunisti non parteciperebbero ad un Governo riformista: quindi sotto le bandiere dei riformisti per essere eletti alla Camera sì, nei posti di comando per far vedere di cosa si è effettivamente capaci, oltre le chiacchere, no. Berlusconi leggendo la rassegna stampa avrà ordinato altre 10 casse di champagne.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO