Il Gruppo dei responsabili muore ancor prima di nascere. La bufala Nucara

Già ieri avevamo espresso tutte le nostre perplessità sul fantomatico gruppo dei responsabili organizzato dal semisconosciuto repubblicano Nucara. La domanda era fondamentalmente questa: perché mai una ventina di deputati - alcuni dei quali molto conosciuti come l'Udc Calogero Mannino - doveva obbedire al richiamo di un carneade per sostenere improvvisamente il Governo in crisi?

Di fatto comunque la Svp si è sfilata subito, seguita dappresso dagli Udc che sapevano benissimo di rischiare l'espulsione per un atto così gravemente contrario alla linea dettata dal leader Casini. Infine, anche se con minor convinzione, c'è stato il niet dei tre liberaldemocratici capitanati dalla vulcanica Daniela Melchiorre. Questi ultimi però hanno chiarito che non faranno opposizione preconcetta ma voteranno sempre secondo coscienza.

Chi rimane? L'unico Adc Pionati, che parrebbe arruolato (ha un colloquio oggi in merito), i peones di Noi Sud e i meridionalisti dell'Mpa, entrambi schierati sulla linea del "votiamo a favore se il Governo si impegna per il sud. Una sorta di voto di scambio, dunque. Totale: 11 (eventuali) arruolati.

Con questi presupposti i casi sono due. O l'ex-maggioranza trova eventuali ipotesi alternative (ma pescando dove?) oppure si rassegna a sperare nell'appoggio ora dell'uno ora dell'altro barcamenandosi alla bell'e meglio. Una soluzione non troppo allettante per quello che doveva essere il governo del fare e che si ritroverebbe ostaggio delle pretese clientelari di gruppuscoli che non hanno ricevuto alcun mandato esecutivo dall'elettorato, finiani inclusi.

Come si vede, le elezioni anticipate sono l'unica ipotesi percorribile (e seria) per il bene del paese.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO