Ore 12 - L'ultimo "coniglio" dal cappello di Berlusconi

Mentre la “maronata” di salire da Napolitano per fare dimissionare Fini da presidente della Camera era stata tutta di Umberto Bossi (anche se accettata dal premier), la … "brillante" idea del “gruppo salva-governo” porta la firma esclusiva di Silvio Berlusconi.

Insomma, il ko del Pdl e lo smottamento della maggioranza hanno tolto lucidità di pensiero e di azione al Senatur e soprattutto a Berlusconi, in evidente e ininterrotto stato confusionale.

L’ultima mossa da basso impero (la “bufala” Nucara) del Premier rischia addirittura di incrinare l’unica vera stampella cui la maggioranza è ancora aggrappata.

La Lega nord, stavolta con il governatore veneto Luca Zaia, non vuole cambiamenti di maggioranza e minaccia: "L'unico risultato che vogliamo è che si approvino in Parlamento i cinque punti con 316 voti dell'attuale maggioranza. Spero che ci siano anche quando verranno presentati i relativi disegni di legge", "se Fini non li vota la maggioranza non c'è più. E se ci sono altri a fornire una stampella, si porrà un grande problema. Chi sono questi? Gente che magari viene dall'Udc, partito contro il quale noi abbiamo vinto le elezioni e che ha osteggiato tutti i provvedimenti che ci stanno più a cuore, dal federalismo alle quote latte".

Non era stato Bossi a dire perentoriamente che una minima alterazione della maggioranza uscita dalle urne portava al voto anticipato? Solita sparata in attesa del …Trota ministro?

Ma, come dice l’antico adagio, tutti i nodi vengono al pettine. Quale sarà il prossimo docile coniglio che Berlusconi tirerà fuori dal suo dorato cappello?

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO