Diaspora Democratica: nasce il Movimento di Veltroni


Grossa novità, si fa per dire, nello schieramento progressista. Walter Veltroni ha infatti interrotto un lungo sonno dando vita al suo "Movimento" e ponendosi in aperto contrasto con i dalemiani facenti capo al leader Bersani.

Sebbene infatti il nostro Uolter di sia affrettato a chiarire che non si tratta di una corrente, di fatto le prime descrizioni la definiscono esattamente come tale.

«Dobbiamo uscire allo scoperto e avanzare proposte coraggiose e innovative» ha dichiarato Veltroni. «Riscoprire la nostra vocazione maggioritaria» e permettere ai democratici «l'allargamento dell'area dei propri consensi»

Non a caso la prima reazione che si registra è quello piccatissima dell'avversario di sempre, quel Massimo D'Alema che ha immediatamente dichiarato che non esiste leader elettorale che non sia leader dello stesso Partito Democratico. Questo in risposta alla reale istanza (peraltro condivisibile) di Veltroni, che punta all'apertura a forze giovani che possano rinverdire la vecchia leadership un po' trombona del Pd.

L'ex-sindaco di Roma infatti non si candida a niente, come ha tenuto a chiarire, ma secondo lui «L'Italia aspetta una proposta politica all'altezza della sfida storica dinanzi alla quale si trova». Naturalmente il problema è quello di sempre: trovare un leader forte e anagraficamente giovane che possa radunare intorno a sè il consenso. Un leader che a dispetto dei vari Renzi e Serracchiani ancora non appare all'orizzonte.

  • shares
  • Mail
42 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO