Sicilia: nuovo governo regionale, a guida Lombardo, con Pd, Udc, futuristi e rutelliani. Nasce Accozzaglia democratica ?


Se le previsioni saranno rispettate, da domani la Sicilia avrà un nuovo governo regionale, guidato nuovamente da Raffaele Lombardo. Che stavolta annuncia di voler fare sfracelli, nel senso buono del termine: abolizione delle Province, taglio dei dirigenti e revisione di tutto il sistema della formazione. Una primavera siciliana che però, secondo il Corriere della sera, sarebbe solo un sistema per smantellare il sistema di sottopotere messo in piedi dal Pdl nelle precedenti legislature.

Tra gli aspetti più singolari del nuovo governo regionale siciliano ci sarà sicuramente la composizione della maggioranza che lo sostiene: Pd, Udc, Api rutelliane, Futuristi finiani e, ovviamente, Movimentisti per le autonomie. Insomma tutti quelli che non stanno nel Pdl. Una Accozzaglia democratica che verrà probabilmente spacciata per un avanzato laboratorio politico ma che invece tradisce ancora una volta l'enorme debolezza dell'opposizione.

Come già avvenuto in passato e come ancora teorizzato dai generali suicidi del Pd, l'importante è raccapezzare in qualsiasi modo i numeri necessari a mettere in minoranza il Pdl e il suo lider maximo, il resto (i dettagli tipo programma, etica della politica, progetti politici ed economici diversi o alternativi) non conta. Si vedrà in seguito per quale motivo è stata costruita l'Accozzaglia democratica: intanto si conquistino sedie, poltrone e strapuntini. Poi si vedrà cosa farne...

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO