Caso Cosentino e intercettazioni: imminente la prima saldatura di Fli con l'opposizione


A volte ritornano. Parliamo di Nicola Cosentino, discusso dirigente del Pdl campano già esautorato dalla candidatura alla regione alle scorse amministrative giacché al centro di numerose intercettazioni compromettenti.

Tra breve però arriverà in Parlamento proprio la richiesta d'autorizzazione d'uso per quelle telefonate, e si prevede la prima battaglia per così dire "post-finiana". Futuro e Libertà ha già annunciato il suo sì, e certamente l'opposizione non si tirerà indietro.

Scontato il no del Pdl - per "coerenza" dicono (?!) - mentre rimane aperta la posizione della Lega, che comunque dovrebbe affiancarsi sia pur controvoglia all'alleato di governo.

C'è però una possibilità concreta per scongiurare il rischio di una sconfitta ai voti, e cioè che Cosentino chieda espressamente l'uso delle intercettazioni che lo riguardano. Dato che la sconfitta è praticamente sicura, non è affatto escluso che la maggioranza (si fa per dire) spinga per questa soluzione, costringendo l'ex-sottosegretario all'economia ad auto-condannarsi.

In caso contrario il voto è previsto per mercoledì.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO