Consiglio dei ministri del 17 maggio: congelata l'Imu di giugno, entro il 31 agosto la riforma

Misure anche per rifinanziare la cassa integrazione e per i precari della Pubblica Amministrazione

Enrico Letta
Arriva la sospirata sospensione della rata Imu di giugno. In Cdm appena conclusosi ha preso una prima decisione sull'odiata tassa sulla casa, anche se finora si è limitato a sospendere la rata fino al 16 settembre, impegnandosi a riformare l'imposta entro il 31 agosto. La sospensione riguarda solo la prima casa, sugli alloggi popolari, i terreni agricoli e i fabbricati rurali.

Il provvedimento varato dal Consiglio dei ministri prevede il congelamento della rata Imu di giugno, ma la sospensione è a tempo: fino al 16 settembre. In conferenza stampa il premier Letta ha impegnato governo e maggioranza a riformare l'odiata Imu entro il 31 agosto.

Come primo intervento viene sospesa la rata Imu che le famiglie dovevano pagare e non dovranno più pagare a giugno. C'è tempo fino a 31 agosto, entro il quale governo e maggioranza faranno la riforma dell'Imu

Se però questo non dovesse avvenire, dal 16 settembre le famiglie si troverebbero a dover pagare comunque la rata di giugno. Si è pensato anche alla copertura, visto che il mancato introito ricadrà sui Comuni:

I Comuni sono stati messi in salvaguardia per la rata di giugno e in una logica che rispetta le aliquote messe dai vari comuni

Il Cdm ha anche deliberato sugli altri punti all'ordine del giorno: per quanto riguarda la cassa integrazione in deroga, la cig sarà rifinanziata per un miliardo. Smentite quindi le voci che parlavano di un rifinanziamento di soli 496 milioni. Per le coperture finanziarie, Letta ha specificato che:

hanno a che fare in un caso con la copertura presa dalla voce di bilancio in parte dai fondi produttività che non venivano utilizzati e con un impegno scritto a rimettere le risorse

Il Consiglio dei ministri ha anche rinviato dal 31 luglio al 31 dicembre la scadenza dei contratti per i precari della PA. Infine, Letta ha tenuto fede all'impegno preso appena nominato e ha approvato l'eliminazione dei doppi stipendi per i membri del governo già parlamentari. Il decreto legge con questi provvedimenti sarà presentato alle Camere nei tempi più rapidi possibili.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO