Corea del Nord: nuovo test, lanciati tre missili

I missili sono caduti in acque internazionali, non lontano dai confini territoriali di Pyongyang. Il lancio è avvenuto proprio quando la tensione nella zona pareva essersi ridotta.

Leader di Pyongyang

La Corea del Nord ha lanciato tre missili a corto raggio sulla costa orientale. Lo ha riferito pochi minuti fa l'agenzia Yonhap, citando fonti del ministero della Difesa di Seul. Due dei missili sono stati lanciati nel mar del Giappone; alcune ore dopo, un terzo vettore ha seguito lo stesso percorso. A Tokyo è stato immediatamente alzato il livello di allerta.

Nonostante non ci siano stati passi avanti tra le due Coree sul distretto industriale di Kaesong. A fine aprile, Seul e Washington avevano concluso le esercitazioni annuali congiunte, mossa che aveva spinto la Corea del Nord a minacciare un attacco nucleare.

Il 12 febbraio scorso c'era stato l'ultimo test missilistico nucleare da parte di Pyongyang. Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite aveva risposto infliggendo nuove sanzioni. Questa decisione aveva ancora di più incarognito il governo di Pyongyang, che aveva trasportato diversi missili sulla costa orientale, inclusi i Musudan, a medio raggio e capaci di coprire distanze di 3-4mila chilometri, mettendo a rischio anche l'isola americana di Guam.

Il Giappone, oltre ad aver di nuovo alzato il livello di allerta, si è detto pronto ad affrontare qualsiasi crisi militare si dovesse verificare nei prossimi giorni. Nel periodo di massima tensione, Tokyo aveva installato postazioni anti-missilistiche nel centro della capitale, ma anche in altre zone del Paese. L'allerta, dopo il lancio di oggi, è stata alzata anche in Corea del Sud.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO