Rassegna stampa estera: Bunga bunga, Berlusconi e Ruby


I media stranieri, com'era prevedibile, si sono buttati a pesce sull'ultimo scandalo sessuale made in Arcore, che sembra confermare il vecchio motto "non c'è due senza tre": dopo Noemi Letizia e Patrizia D'Addario, ecco Karima Keyek, alias "Ruby Rubacuori".

All'altro capo del mondo, un redattore di The Australian ha scritto un articolo intingendo la stilografica nel vetriolo:

Avendo Berlusconi ha 74 anni, la vicenda smentisce il luogo comune che non si può risolvere tutto con il denaro. Più diventa vecchio, grasso e rugoso, più il suo portafoglio si apre per assicurare che le ospiti alle sue cene si ritrovino per la fine della serata senza più indumenti. Questo in base a quanto riportato in questi giorni.

E la risposta di Berlusconi allo scandalo? Ammette di aver aiutato Ruby a sfuggire alla prigione, affermando di essere stato colpito dai racconti della sua dura vita in Italia. Proprio quello di cui un immigrato al verde ha bisogno: un’Audi e una collana di diamanti. Afferma inoltre che i resoconti dell’ultimo scandalo “Bunga Bunga” sono spazzatura, e che non smetterà mai di condurre la sua “dolce vita”. (..) Giù il cappello di fronte all’irrefrenabile, impenitente Berlusconi. Ma c’è da chiedersi quanto a lungo possa andare avanti così.

Sul blog dell'Economist, il corrispondente da Roma ha titolato il suo pezzo "Bungled, bungled", giocando sull'assonanza tra "Bunga Bunga" e la parola inglese per "pasticcio":

Gli avversari di Silvio Berlusconi le hanno provate tutte per liberarsi di lui. Hanno complottato, criticato le sue politiche, condannato i suoi metodi e – stando a quanto sostenuto da Berlusconi – incitato giudici di sinistra a cercare di arrestarlo. Ma dal 26 ottobre, una nuova possibilità è emersa: che il 74enne Berlusocni possa essere cacciato dalla politica italiana da un’ondata di risate. Alcuni dettagli dell’ultimo scandalo che l’ha coinvolto sono infatti tali che perfino i suoi più fedeli sostenitori sono costretti a realizzare che sta rendendo l’Italia oggetto di scherno.

Nella più vicina Francia, Le Monde ha scritto:

Le presunte scappatelle di Berlusconi fanno regolarmente molto rumore in Italia. Nel maggio 2009 sua moglie ha pubblicamente chiesto il divorzio dopo aver appreso della presenza di suo marito al diciottesimo compleanno di Noemi, una ragazza bionda dalla quale si faceva chiamare “Papi”. In quello stesso periodo, era stato indebolito da un altro scandalo, dopo che una prostituta, Patrizia D’Addario, aveva affermato di aver passato una torrida notte con lui – descritta peraltro nei dettagli in un libro pubblicato qualche mese più tardi. (..) Questo ennesimo scandalo arriva nel momento peggiore per Berlusconi, la cui popolarità nei sondaggi è inferiore al 40%, affondata dal suo piano di austerità economica, dalle liti politiche nella maggioranza e dagli scandali di corruzione.

  • shares
  • Mail
28 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO