Sakineh sarà lapidata domani. Fine di ogni speranza di salvarla


Avevamo dato con grande sollievo la notizia che l'esecuzione di Sakineh - la donna condannata alla lapidazione in Iran per adulterio e presunto omicidio del marito - fosse stata rimandata e il processo sottoposto a revisione.

Tutto questo accadeva l'8 settembre, e da quel momento in poi era calato il silenzio sulla vicenda, sollevando la speranza che meno clamore mediatico potesse portare a una risoluzione umana della faccenda, che pareva saldamente nelle mani del presidente e semi-plenipotenziario iraniano Ahmadinejad.

Per questo la notizia di poco fa che la lapidazione sarà eseguita domani giunge come un fulmine a ciel sereno.

Lo ha riferito lo stesso Comitato Internazionale contro la Lapidazione, aggiungendo che la pena sarà eseguita nella stessa prigione di Tabriz, e che anche l'avvocato della donna sarebbe stato incriminato con l'accusa di aver cospirato con l'occidente.

Salvo miracoli la sorte di Sakineh è dunque segnata, scrivendo un'altra pagina sanguinosa nella storia del fanatismo religioso del nostro pianeta.

  • shares
  • Mail
33 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO