Veritometro: Berlusconi e Napoli pulita in tre giorni



/>





"Entro tre giorni Napoli sarà pulita"


Silvio Berlusconi, 28/10/2010



Scoprite perchè dopo il salto

Lo scorso giovedì 28 ottobre il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi rilasciava una dichiarazione ad effetto sulla nuova crisi dei rifiuti partenopea: "Entro tre giorni Napoli sarà pulita".

Le 72 ore di tempo sono scadute domenica. Ancora ieri, secondo quanto riportato dall'ANSA, "le strade del centro e della periferia sono ricoperte da cumuli di rifiuti". Il Comune di Napoli ha stimato in 2.300 le tonnellate di rifiuti depositati sui marciapiedi e le carreggiate.

Dev'essere per questo che il premier ha cercato ieri di attribuire l'intera responsabilità della crisi all'amministrazione comunale, dichiarando:

"serve un lavoro preparatorio di pulizia della spazzatura, senza il quale ci sono miasmi insopportabili. Questo lavoro deve essere fatto dall'Azienda municipalizzata, che risponde al Comune di Napoli, che e' guidato dal centrosinistra e dal sindaco Rosa Russo Iervolino. Il Governo non puo' essere accusato. L'intervento del Governo ha risolto la situazione, ma non attribuiamo al Governo disfunzioni e colpe che sono delle istituzioni locali"

La mirabolante promessa di giovedì scorso può dirsi completamente smentita. Eppure i giornali in queste ore non sono pieni di tentativi di inchiodare il premier alle sue responsabilità. Inseguono infatti un'altra delle sue dichiarazioni ad effetto: quella sui gay di ieri. Capito come funziona il gioco?

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO