Ballarò, puntata 21 maggio 2013: la diretta di Polisblog

La diretta della nuova puntata di Ballarò, in onda su Rai3.


Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
23.28 Finisce la puntata. Alè.
23.27 Delrio: "Siamo ossessionati dal lavoro e dai giovani. Per noi il tema è invertire la tendenza verso i giovani che non trovano lavoro. Bisogna ricreare crescita e lavoro".

23.24 Bernini: "Continueremo a vigilare che il governo Letta rispetti le linee programmatiche annunciate". Pini intanto nota che domani sarà una giornata decisiva in cui Letta deve riuscire a imporsi in Europa, facendo capire di non voler guardare solo verso la Germania. Il leghista inoltre osserva un calo dei consensi del M5S.
23.21 Mosca invita gli elettori a esprimere anche la seconda preferenza nella prossima tornata elettorale, visto che c'è la legge che prevede la parità di genere anche nelle preferenze.
23.22 Vaciago: "È inutile parlare di una cosa inutile, come l'Imu, che non è il nostro principale problema".
23.20 Vaciago constata che negli ultimi anni i politici hanno discusso di problemi che non sono riusciti a risolvere. L'economista poi spiega che non stiamo vivendo una sola e unica crisi.
23.18 Anche Valentini è chiamato a commentare i sondaggi e in particolare la contraddizione per cui a Berlusconi in pochi darebbero le chiavi di casa, ma molti lo vorrebbero come socio d'affari.
23.17 Riotta spiega che i partiti militati, come il M5S, sono quelli che pagano maggiormente in termini di delusione degli elettori.
23.12 Un servizio testimonia come in Islanda si risparmia sulle bollette, sfruttando l'acqua calda.
23.11 Chi è il socio d'affari ideale?

23.11 A chi non dare le chiavi di casa?

23.10 Quale politico sarebbe un buon amico.

23.09 I leader.

23.08 Intenzioni di voto.


23.08 Quale partito delude di più:

23.07 Il gradimento del governo Letta.

23.05 I sondaggi della Ipsos, illustrati da Pagnoncelli.

23.03 Quasi 10 milioni di euro spesi in tipografia, all'anno.

23.01 Un servizio sui costi della politica, a partire da quelli della carta. Per esempio nel comune di Putignano è stata abolita, preferendo la via telematica. In Parlamento invece i resoconti della sedute sono tutti su carta, oltre che digitalizzati.

22.56 Pubblicità.
22.54 La chiocciola al Salone del libro di Torino.
22.51 Amato è "fiducioso" sulle intenzioni del governo Letta. Sulla sua mancata elezione al Colle:

Era una cosa che poteva accadere. Che non sia accaduto lo ritengo nell'ordine normale delle cose. Quello che mi ha amareggiato è che abbia contribuito a escludermi l'immagine falsa, il consenso inesistente che è stato letto nelle poche decine di messaggi contro di me e che nessuno, anche se in potere di farlo, ha smentito.

22.44 L'intervista a Giuliano Amato, presidente della Treccani: "Il M5S raccoglie di sicuro un sentimento che si sta radicando nella società in crisi di oggi; la gravissima e prolungata crisi economica, la recessione, ormai da qualche anno soprattutto per i giovani ha fatto perdere di credibilità che dal basso si possa arrivare in alto nella scala sociale. Se è così chiunque cresce nella scala sociale viene visto come un nemico. C'è un'uguaglianza nel basso che nega il progresso".
Sulla sua pensione:

È inesistente pensione di 31mila euro che io non ho mai avuto e che è la somma della mia pensione e del mio vitalizio parlamentare, che ho già detto che non riscuoto. La mia pensione al netto è 11mila euro circa. È alta ma è sotto il tetto stabilito dal governo Monti per i trattamenti pensionistici.


22.43 Delrio: "Non siamo in grado di dire che l'aumento dell'Iva sarà rimandata". Pini: "Equitalia ha creato dei morti".
22.41 Delrio ricorda che l'aumento dell'Iva è stato voluto da Berlusconi. Bernini però contesta l'affermazione e precisa che è stato introdotto dal governo Monti.
22.40 Se aumenta l'Iva ecco cosa succede.

22.38 Mosca assicura che nel Pd è stato raggiunto l'accordo sul fatto che l'Imu sia un'imposta messa in piedi in modo iniquo. Poi ribadisce la necessità di provvedimenti che servano a far crescere il Paese.
22.38 L'Imu tra Pd e Pdl in campagna elettorale.

22.35 Riotta contesta che l'Europa stia spingendo verso la privatizzazione, come dice Undiemi. Intanto in onda un servizio sull'ironia del web.

22.35 Undiemi a Mosca: "Qual è la vostra soluzione rispetto alla speculazione finanziaria? Avete mai affrontato il tema degli sprechi che si aggirano intorno alle pubbliche amministrazioni?".
22.33 Mosca fa sapere che la maggioranza ha votato il piano di rilancio del lavoro giovanile all'interno di un quadro europeo.
22.31 Undiemi sostiene che non c'è un nesso di causualità tra pil e deficit. Riotta contesta tale tesi e interrompe la studiosa, che minaccia di lasciare il programma. La studiosa poi nota che "per salvare le banche sono stati sborsati 125 miliardi mentre per la povera gente niente".

22.28 Riotta nota che il problema vero è che l'Italia non cresce. Poi evidenzia che c'è continuità tra le politiche economiche, tutte improntate all'austerità, di Padoa Schioppa, Tremonti e Monti.
22.26 Gianni Riotta: "Il problema dell'Italia non è l'ineleggibilità di Berlusconi, né quella del M5S".

22.24 Un servizio su Equitalia e i Comuni che hanno scelto di farne a meno.

22.21 Delrio ribadisce che i grossi redditi sono in grado di pagare l'Imu anche sulla prima casa e poi ipotizza una sorta di patrimoniale.
22.20 Per Bernini il governo cade se l'Imu non verrà abolita e se l'Iva verrà aumentata.
22.18 Bernini sottolinea che la question Imu rappresenta un problema per il 73% delle famiglie italiane, che possiede almeno una casa. Inoltre il pagamento dell'Imu ha, tra le altre cose, paralizzato il mercato delle compravendite immobiliari.
22.17 Le ipotesi di riforma dell'Imu.

22.16 Pini auspica che i decreti attuativi del federalismo vengano sbloccati dal governo per risparmiare, considerando solo quelli sulla sanità, 5 miliardi di euro.
22.14 Pini rivendica l'idea legista della tassa federalista dell'Imu, che però doveva compensare le tasse pagate allo Stato.
22.12 Vaciago: "Il Paese soffre ma la sua immagine a Bruxelles è positiva, grazie a Tremonti e Monti".
22.10 Valentini ricorda che il governo Berlusconi fondò Equitalia e introdusse l'Imu sulle seconde case. Per il giornalista ora è il momento di tagliare i costi dello Stato, non di chiedere ulteriori sacrifici ai cittadini.
22.07 Delrio spiega che a dicembre alcuni proprietari di una prima casa pagheranno l'Imu perché "le risorse per togliere l'Imu a tutti i redditi sarà difficile trovarle".
22.05 Delrio: "L'Imu la pagheremo quando avremo una riforma fiscale sulla casa più equa". Il ministro prevede che tutte le famiglie meno abbienti sicuramente non pagheranno più l'Imu.

22.02 Si torna in studio parlando di tasse e in particolare di Imu. Il rinvio dell'imposta sugli immobili provoca l'aumento di un punto percentuale dell'Iva?
21.56 Pubblicità.
21.55 L'economista Vaciago osserva che chi governa bene in democrazia perde le elezioni. Poi spiega che un governo di grande coalizione deve darsi un limite temporale breve.

21.55 Pini nota che ci sono continui veti incrociati che però distraggono dalle vere necessità del Paese.

21.53 Parla Undiemi, studiosa di diritto e di economia, la quale cambia tema e contesta la misura del pareggio di bilancio, sottolineando che al Paese non interessa parlare della trasparenza all'interno del M5S.

21.52 Floris dà conto dei commenti sul blog di Grillo contro Gabanelli, dopo la puntata di Report di domenica scorsa.

21.49 Mosca ora è interrogata sull'eleggibilità del M5S. Ricorda che la proposta Finocchiaro-Zanda era già stata avanzata prima dell'inizio della legislatura ed è improntata sul valore della trasparenza.
21.48 Un servizio sul comizio di Grillo a Treviso.

21.47 Per Delrio la situazione sull'ineleggibilità è molto complicata.
21.44 Alessia Mosca non si sbilancia preferendo non dire se ritiene che Berlusconi sia eleggibile o meno e lascia al Senato la decisione:

Il programma di governo non include la questione dell'ineleggibilità.


La democratica aggiunge quindi che la legge del '57, tirata in ballo da Zanda e dal M5S è vecchia.

21.44 "È folle pensare che una persona eletta sei volte, per tre volte presidente del Consiglio e molto altro possa essere considerato ineleggibile".
21.42 Per Bernini "non ha senso" parlare dell'ineleggibilità di Berlusconi.

21.41 Valentini comunque ammette che la bomba della ineleggibilità di Berlusconi è a scoppio ritardato, di almeno 20 anni.
21.39 Per Valentini la proposta Zanda-Finocchiaro contro i movimento sebbene abbia nel merito un senso è assolutamente fuoriluogo. Il giornalista poi si dice convinto che Berlusconi non sia eleggibile perché è concessionario pubblico.

21.37 Gianni Riotta osserva che l'emergenza economica ha costretto le due Italie, quella che vuole Berlusconi spensierato a cantare e quella che lo vuole in galera, a mettersi in galera. Giovanni Valentini invece ricorda che sono tre le parti in cui è spaccata l'Italia, essendoci anche il M5S.
21.31 Il primo servizio è sulla cena elettorale del Pdl a Roma. Dall'altra parte la manifestazione della Fiom a Roma.
21.29 "Meno male che nel Pd c'è Renzi. Lui sì che è una novità. A Torino ha presentato il suo libro 'Oltre la rottamazione', poi si è fatto fotografare su Chi nella stessa posa di Fonzie. Ora sappiamo cosa c'è oltre la rottamazione: il rincoglionimento".

21.26 Il comico ironizza anche sulla proposta di legge firmata da Finocchiaro contro i movimenti:

Come se un chirurgo invece di operare iniziasse prima a spuntargli le basette.

21.23 Crozza imita subito la caduta di Epifani:

Grande Epifani, mai nessun leader del Pd era riuscito a riassumere in maniera così sintetica la situazione. Poi, un leader del Pd che cade da solo senza che nessuno dei suoi gli abbia fatto lo sgambetto.

21.21 È il momento della copertina satirica di Maurizio Crozza!
21.17 Floris presenta gli ospiti in studio. C'è anche Gianni Riotta. Pubblicità.
21.14 Spazio ad altri candidati sindaco di Roma minori, da Corsini a De Vito, da Palladino a Romagnoli.

21.12 Grasso commenta la questione trattativa Stato-mafia: "Contatti ci sono stati, ma per arrivare ad un giudizio serve che i giudici si esprimano. Possiamo tranquillamente dire che ad oggi non tutto è stato accertato".
21.11 Sabella sottolinea che i mafiosi sono vigliacchi perché "si nascondono dietro un telecomando, prelevano un bambino di 13 anni in 8".

21.09 Grasso afferma che Falcone è "un modello di professionalità, di rigore, di impegno. È un eroe moderno".
21.07 Collegamento in diretta dalla scuola di Polizia Penitenziaria di Roma con Piero Grasso, presidente del Senato, e Alfonso Sabella, che arrestò Giovanni Brusca.

21.06 Inizia l'anteprima, dedica al giudice Falcone e agli uomini della scorta uccisi della mafia a Capaci.

Nella puntata di stasera di Ballarò, il talk show condotto da Giovanni Floris e in onda su Rai3 alle 21, si discuterà del governo Letta cercando ci capire a chi tra Pd e Pdl convenga questo esecutivo. Nel corso della diretta è previsto un collegamento con il presidente del Senato Piero Grasso in occasione del 21esimo anniversario della strage di Capaci e un intervento di Giuliano Amato.
In studio a dare vita al talk show ci saranno il ministro degli Affari Regionali Graziano Delrio, che in questo modo viene meno all'invito di Enrico Letta a non partecipare a dibattiti televisivi (ieri sera anche il ministro Alfano ha preso parte ad una trasmissione tv, sebbene concedendo solo un'intervista a Quinta colonna), Alessia Mosca del PD, Anna Maria Bernini del PdL, l’economista Giacomo Vaciago, la blogger vicina al Movimento 5 Stelle Lidia Undiemi, Gianluca Pini della Lega Nord e l’editorialista di Repubblica Giovanni Valentini.
Ci sarà spazio anche per i sondaggi illustrati dal presidente della Ipsos Nando Pagnoncelli e in apertura per la copertina satirica di Maurizio Crozza.
PolisBlog seguirà in diretta tutta la puntata, a partire dalle 21.

Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO

Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO
Ballarò, puntata 21 maggio 2013 - FOTO

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO