Renzi e Civati: i Rottamatori assediano il Palazzo del Pd

La convention di Firenze, quella dei cosiddetti Rottamatori, ha subito la concorrenza mediatica dell'assemblea di Futuro e libertà a Perugia e della riunione nazionale di segretari dei circoli del Pd, a Roma. Ma quanto è avvenuto nel weekend a Firenze potrebbe rappresentare un segnale piuttosto interessante per il Partito democratico, soprattutto in vista di eventuali elezioni anticipate.

Da Firenze, dove nei due giorni dell'incontro sarebbero transitate ben 5 mila persone interessate a rinnovare il partito, Matteo Renzi e Pippo Civati hanno lanciato un messaggio piuttosto forte alla dirigenza del Pd: "Ci rimettiamo in gioco senza pretendere posti, senza rivendicare spazi, senza invocare protezioni ma senza chiedere ad altri ciò che ci prenderemo da soli''.

Sembra l'inizio di un assedio al Palazzo, sempre più precariamente tenuto vertici del Pd, a cui Renzi e Civati intimano: Litighiamo quando c'è da litigare sulle cose vere, non dopo che abbiamo vinto le elezioni altrimenti rischiamo di fare la fine dell'Unione. La politica italiana merita di più del bunga bunga e delle società offshore. Siamo una generazione cresciuta a pane e tangentopoli, erano gli anni degli arresti e delle manette. Oggi siamo in un'epoca altrettanto difficile per il degrado che certi politici esprimono.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO