Berlusconi, bunga bunga e Dagospia: la discoteca scavata sotto villa S.Martino


Ritorniamo per un momento al gossip ad uso politico, non perché faccia impazzire o stimoli particolari curiosità o non ci annoi, semplicemente perché è uno dei temi che più stanno travolgendo questo governo. Per altro non sembra che premier e ministri facciano tanto per evitare di esserne travolti, vista la disinvoltura con cui organizzano feste e festini (i video sul sito di Oggi sono abbastanza indicativi in questo senso).

Sentite qui cosa propone oggi Dagospia, un'indiscrezione che sa un po' di fiction, ma non mi stupirei l'indiscrezione diventasse notizia:


Non esiste solo il Bunga-Bunga barzelletta o il Bunga-Bunga che dà il titolo a un collaudato spettacolino di Teatro Burlesque..(..)No, esiste anche un altro Bunga-bunga. A svelarlo a Dagospia è una ragazza che ha partecipato allo "svago post prandiale" preferito da Berlusconi. Il Bunga Bunga è l'insegna di una discoteca. Costruita scavando sotto Villa San Martino, mejo nota come residenza del Banana di Arcore. Un locale che rappresenta una sorta di porno-Bagaglino..."

La parte migliore però deve ancora arrivare. Infatti Dagospia riferisce che le ragazze partecipanti a questi spettacolini sarebbero vestiti non solo da uomo, ma addirittura con maschere connotative dei vari presidenti del mondo: Obama, Sarkozy, Lula, Cameron, Zapatero. O di qualche ministro.

Ora immaginarsi la scena inizia a diventare quasi una sfida al Salò di Pasolini, che oramai suona oltre l'attuale e il profetico. Continua Dagospia:

E subito cominciano ad attorcigliarsi come edera ai pali da lap-dance, quindi "Obama" inizia a spogliare "Zapatero", "Sarkozy" toglie la camicia a "Lula", "Cameron" a smutandare " Cameron".

Dunque, mentre il caso Ruby sembra essere stato una delle mazzate finali alla reputazione del presidente del consiglio, il vortice di voci piccanti o meno sembra non avere fine. Chi è causa del suo mal..

Un uomo di potere come Berlusconi che decide di crearsi ad hoc una corte di buffoni e ballerine intorno, non può non pagare un atteggiamento che denota una quasi totale mancanza di lucidità e controllo sulla propria vita.

Oltre Dagospia, oltre le foto di Corona, qui abbiamo un governo che sta venendo risucchiato per intero negli scandali più disparati: La Russa e Perla Genovesi, Brunetta e Nadia Macrì, Bossi che dichiara come "il presidente avrebbe dovuto chiamare Maroni per sistemare il caso Ruby". Più che un governo, sembra il cast di uno di quei film trash degli anni 70'.

Il premier, che ha sempre fatto dei media e della comunicazione (anche gossipara) un cavallo di battaglia (anche in modi piuttosto scorretti, vedi caso Marrazzo) sta venendo letteralmente seppellito in questi giorni da uno scandalo dietro l'altro.

E molte notizie, pur avendo un valore politico relativo, stanno distruggendo il poco che rimaneva della reputazione di Berlusconi. All'estero è già successo, ora sta avvenendo addirittura dentro i confini italici.

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO