Perché sciogliere una sola camera. Il punto sui numeri della fiducia


L'ipotesi caldeggiata da Calderoli di sciogliere una sola camera si fa sempre più concreta e ormai sembra avere l'avallo anche di Berlusconi.

Il fondamento della strategia si basa sull'articolo 88 della Costituzione che prevede un caso mai verificatosi nella storia d'Italia. In realtà il mono-scioglimento era strettamente legato alla scadenza differenziata tra le camere prevista dal vecchio articolo 60 che prevedeva una durata di 5 e 6 anni delle stesse. La revisione del 1963 aveva poi appaiato le scadenze, ma qualcuno si è dimenticato di cambiare anche il secondo articolo, rendendo possibile un artefizio tutto italiano.

Vediamo allora perché si prospetta questa soluzione e cosa potrebbe accadere di qui in poi. Ma cominciamo col dire che c'è un motivo per cui il Presidente della Camera (e del tutto casualmente anche capo di Futuro e Libertà) Gianfranco Fini ha cercato disperatamente di ribaltare il consueto calendario politico, portando la prima votazione in casa propria piuttosto che al Senato.

Il motivo è che al Senato è quasi impossibile che il Premier non ottenga la fiducia. La maggioranza conta infatti su 160 seggi (134 Pdl, 26 Lega) per un quorum 159 dato dalla scontata assenza di almeno 4 senatori a vita che non si vedono in aula da parecchio. Ottenuto dunque un primo voto a favore a Palazzo Madama anche dal punto di vista psicologico si fa molto più difficile la sfiducia a Montecitorio, dove comunque il centrodestra di governo conta su 309 voti (234 Pdl, 59 Lega, 11 Noi Sud+Pionati+Nucara) cui aggiungere i 3 pressoché certi di Cesario, Grassano e Calearo.

Non è dunque esclusa una sorpresa. Ma anche se Berlusconi dovesse perdere, si potrebbe andare al voto solo per la Camera, ripetendo la tattica psicologica di cui sopra. Sapendo di avere già il Senato a maggioranza decisa, gli elettori sarebbero fortemente influenzati e certamente più propensi a confermare l'esecutivo in essere.

  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO