Ci siamo: al voto, al voto! Berlusconi punta su gennaio ...

Sarà una ossessione: da oggi alle prossime elezioni anticipate la parola dominante sarà “traditori”. Fini traditore, Fli traditori e traditori tutti quelli che si alleano con l’ex cofondatore.

Berlusconi già martella: tutti, ma proprio tutti, anche chi prenderà un caffè con leader di Fli o solamente lo saluterà verrà qualificato come “nemico”, al pari di quelli dell’ultimo girone dell’inferno, i comunisti.

Dopo il ritiro della delegazione dei finiani dal governo Berlusconi ha detto oggi ai suoi che il “dado è tratto”, non esiste altra strada se non quella del voto anticipato.

Alle urne prima possibile: armarsi per vincere la madre di tutte le battaglia. Credere, obbedire, combattere: vincere o perire.

Si voterà (ovvio, dopo l'alt del Colle alla proposta escamotage del premier del voto di un solo ramo del parlamento) per Camera e Senato.

La data? Prima possibile, addirittura nella seconda metà di gennaio, 16 o 23. Fuoco alle polveri. L’Italia sarà un campo di battaglia. Non si faranno prigionieri. La rovina è certa. Di tutti gli italiani.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO