Per Saviano la Lega dialoga con la 'ndrangheta. La replica di Maroni


Torniamo un attimo a parlare di Vieni via con me visti gli sviluppi inattesi che ha preso la vicenda nel pomeriggio. Ieri Roberto Saviano nel suo monologo sulle mafie ha sferrato un altro pesantissimo affondo contro la Lega Nord, dopo i numerosi attacchi della settimana scorsa.

Citando lo scrittore e le sue precise parole: "La 'ndrangheta al Nord interloquisce con la Lega". Tuttavia nel prosieguo Saviano ha evitato di fare nomi e di quale esponente (o esponenti) del Carroccio si sia macchiato di questa gravissima colpa e in quale precisa occasione. Si è limitato invece a citare la provocazione del compianto Gianfranco Miglio che anni fa aveva parlato di istituzionalizzazione delle mafie.

Oggi il Ministro dell'Interno Maroni ha chiesto diritto di replica, chiedendo di essere invitato in trasmissione per un confronto diretto.

«Vorrei un faccia a faccia con lui per vedere se ha il coraggio di dire quelle cose guardandomi negli occhi» ha dichiarato il titolare del Viminale, aggiungendo: «Chiedo risposta anche a nome dei milioni di leghisti che si sono sentiti indignati dalle insinuazioni gravissime di Saviano e quindi auspico che mi venga concesso lo stesso palcoscenico per replicare ad accuse così infamanti che devono essere smentite»

Per ora l'unica risposta è venuta dal capostruttura di RaiTre Loris Mazzetti. Una risposta negativa e senza appello.

«Se il ministro Maroni - ha dichiarato Mazzetti a CnrMedia - ha qualcosa da dire e si è sentito offeso, essendo un ministro ha la possibilità di parlare in tutti i programmi e in tutti i telegiornali, quindi si organizzi in qualche maniera. Noi stiamo facendo un programma culturale e quindi non credo che ci sarà la possibilità di replicare. Se noi abbiamo detto cose non vere, cose smentibili se lo abbiamo ingiuriato o offeso, si rivolga direttamente alla magistratura».

Niente faccia a faccia, dunque. Ma almeno Saviano avrà il coraggio di fare nomi e riferimenti precisi? E anche per smentire in parte le accuse di parzialità al programma non sarebbe stato meglio accogliere la richiesta di Maroni? Se lo scrittore campano è sicuro di quello che dice e ne ha le prove sarebbe anche stata una ghiotta occasione per sbugiardare il ministro, dunque perché negarsi?

Tra l'altro non molto tempo fa proprio Saviano aveva affermato che Maroni era stato il ministro che più aveva fatto nella lotta contro le mafie. E allora che cosa è cambiato nel giro di poche settimane?

  • shares
  • Mail
35 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO