Ore 12 - Nuova mazzata da 45 miliardi di euro! E qui si balla sul Titanic ...

altroNel Belpaese, quando va bene, tiene banco la polemica Maroni-Saviano. Presto l’aria natalizia coprirà tutto e poi ci penserà il festival di San Remo a stabilire le … priorità.

Figurarsi, quindi, se gli italiani prestano attenzione a Van Rompuy. Chi è Van Rompuy?

E’ semplicemente il presidente del Consiglio europeo che “semplicemente” ha lanciato l’allarme sugli squilibri interni agli Stati-membri più fragili dell’Unione monetaria europea. Squilibri che rischiano di compromettere la stabilità e la stessa esistenza dell’euro. Chissenefrega?

Ancora uno strappo e l’euro salta, travolgendo quel poco di sovranità e unità politica che ha la Ue.

E allora? Allora si rischia il caos, con la Germania a dettar legge e con l’Italia che arriva al bivio critico “sfasciata”: crescita del deficit, spesa pubblica fuori controllo, calo delle entrate fiscali, crisi economica dirompente, situazione politica in fibrillazione, governo in crisi, campagna elettorale ed elezioni anticipate alle porte.

Si parla di prossime manovre di rientro dal debito con cura da febbre di cavallo. Qualcosa come 45 miliardi di euro da tirar fuori per la prossima primavera. Chi li tira fuori? Pantalone.

Sarà una nuova stretta che falcidierà i redditi medio bassi, una scure sui consumi e sui servizi sociali, con gravissime ripercussioni sulle imprese, le famiglie, i lavoratori.

E’ emergenza. Quindi serve un governo di emergenza, di unità nazionale. Berlusconi, il governo, tutta la politica sono chiusi nel Palazzo, a fare i conti. I conti loro, pensando alle urne.

Almeno sul Titanic danzavano. Qui l’Italia va sott’acqua e si balla dal freddo.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO