Dopo Grillo, Marco Travaglio. Roberto Saviano sotto assedio


Interessante intervista quella rilasciata ieri da Marco Travaglio ad affaritaliani.it. Argomento principale naturalmente il successo televisivo del momento, Vieni via con me (anche lunedì grande audience, quasi 10 milioni di telespettatori e nuovo record di Rai3).

Vediamo che ne pensa il giornalista, partendo da Roberto Saviano.

"I monologhi di Saviano sono bellissimi. Ma qualunque giornalista si sia occupato negli ultimi anni di rifiuti avrebbe potuto ripetere le cose che ha detto ieri a "Vieni via con me". Da uno come lui continuo ad aspettarmi qualcosa in più"

E poi lo sferzante giudizio sul programma e sulla presenza nello stesso del ministro Maroni.

"Posso solo dire che se il futuro della tv è questo, siamo messi bene... Faccio l'esempio di Maroni: all'inizio non lo volevano in trasmissione, o hanno fatto finta di non volerlo, poi hanno 'calato le braghe' e l'hanno invitato. Il ministro ieri ha detto tante cose non vere. Non ha letto un elenco, ha fatto un comizio. Ma soprattutto ha dimostrato che è la politica a comandare sulla tv: basta che un ministro si autoinviti perché venga accontentato."

Interessante notare come il successo di Vieni via con me non vada giù a molti. Ovviamente il centrodestra non vede di buon occhio la trasmissione, ma questo era scontato. Meno prevedibile il "fuoco amico" di Grillo e Travaglio.

Come sempre, sulla vicenda il giudizio ai lettori.

  • shares
  • Mail
54 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO