Veritometro: la Riforma Gelmini e la saldatura studenti-baroni



/>





"Vedo gli studenti, i professori e i baroni manifestare dalla stessa parte"


Mariastella Gelmini



Scoprite perchè dopo il salto

Nelle fasi finali dell'approvazione della Riforma Gelmini, uno dei principali argomenti del governo è stata la denuncia di una saldatura - ritenuta impropria - tra baroni e studenti. Una ricostruzione che vorrebbe i secondi "anime belle", manipolate dalle scaltrissime manovre dei primi.

Se da un lato una coincidenza di interessi tra le due categorie è ovvia (per quanto riguarda l'opposizione ai tagli), dall'altro va notato che le posizioni dei manifestanti e quelle di chi dirige le università italiane non potrebbero essere più diverse.

Oggi, ad esempio, il Presidente della Conferenza dei Rettori, Enrico Decleva, ha espresso "soddisfazione" per l'approvazione alla Camera del Ddl di riforma dell'Università, definendola:

"Una legge che, grazie anche ai diversi emendamenti introdotti nel corso dell'iter parlamentare, appare decisamente migliore, per fortuna, degli stereotipi usati da varie parti sia per combatterla sia per difenderla"

La verità è dunque abbastanza semplice: benchè entrambi siano - ovviamente - contrari ai pesanti tagli previsti, i manifestanti (i giovani) e i "baroni" (i vecchi) divergono fortemente nel giudizio sulla Riforma. L'affermazione della Gelmini è pertanto da ritenersi falsa.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO