La Gelmini avverte: se non passa la riforma niente più concorsi universitari

Protesta universit� 

Se non verrà approvata la riforma universitaria, saranno bloccati tutti i concorsi. Suona come una minaccia quella della Gelmini: "Il fondo per assumere 1.500 professori l'anno tra il 2011 e il 2013 sarebbe inutilizzabile - avverte il Ministro - pur a fronte di un massiccio esodo di docenti già in larga parte avvenuto nel 2009-2010. La legge del 2005 ha abrogato le vecchie regole concorsuali ma non ne sono mai stati varati i decreti attuativi. Quindi al momento non si possono bandire concorsi né da associato né da ordinario, mancando una normativa in materia".

Aggiunge poi che "le norme sui concorsi da ricercatore, riviste con la legge 1/2009 scadono il 31 dicembre 2010. Dall'1 gennaio quindi, se non passa il ddl, non si potranno bandire posti da ricercatore". E riguardo agli scatti stipendiali avverte: "Il ddl prevede un fondo premiale per il 2011-2013 che serve a reintegrare su base meritocratica parte degli scatti di stipendio: senza il ddl queste risorse non potranno essere utilizzate per lo scopo previsto".

Tradotto: se la protesta impedisce di fatto l'approvazione della riforma ci disinteressiamo definitivamente dell'università (pubblica). Non approviamo i decreti attuativi della legge del 2005 sui concorsi per professori e non proroghiamo i termini di efficacia delle norme sui concorsi per ricercatore. Inoltre, blocchiamo anche gli scatti stipendiali.

Non che gli ostacoli prefigurati dalla Gelmini siano insormontabili per un Esecutivo dal decreto e dalla proroga facili (anzi facilissimi). Ma evidentemente gli interventi d'urgenza non sono riservati da questa maggioranza a coprire posti vacanti nel settore pubblico, anche se i pensionamenti degli ultimi mesi rischiano di svuotate diverse università (soprattutto quelle più piccole e giovani).

In fondo, per il Ministro Gelmini, le università pubbliche è meglio che siano vuote piuttosto che libere.

Foto | Flickr.it

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO