Legittimo impedimento: Consulta verso il sì condizionato


Gennaio sarà un mese carico di date fondamentali per la vita politica italiana. Vi abbiamo accennato ieri dello snodo fondante in tema federalismo municipale il 17, oggi facciamo un piccolo passo indietro e analizziamo preventivamente gli eventi dell'undici.

Sì, perché proprio martedì prossimo 11 gennaio ,tra una settimana esatta, la Corte Costituzionale si prununcerà sul legittimo impedimento, segnando di fatto il futuro del Premier Silvio Berlusconi.

E la novità è che se fino a pochi giorni fa appariva scontato un no secco, il nuovo orientamento che parrebbe emergere è di un sì condizionato. In altre parole, la Corte sarebbe orientata ad accettare il concetto base della norma a patto che i giudici possano decidere di volta in volta sui casi specifici.

Si profila dunque un pateracchio all'italiana? In parte sì, ma comunque sufficiente a salvare la cadrega del Primo ministro, e probabilmente ad allungare anche la legislatura, perché la decisione finale della Consulta avrà un impatto decisivo anche sulla possibilità di elezioni anticipate, e probabilmente anche sul loro esito, nel caso.

Nella foto: Ugo De Siervo, neo- Presidente della Corte Costituzionale

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO