Matteo Renzi studia da Premier: "Noi non dobbiamo essere antiberlusconiani"


È il momento di Matteo Renzi. Dopo aver incassato il gradimento popolare, risultando il sindaco più amato d'Italia, il primo cittadino di Firenze intervistato ieri da Studio Aperto ha rilasciato una serie di dichiarazioni molto interessanti sul futuro della sinistra, senza risparmiare le solite stilettate all'attuale dirigenza. Ma ce n'è anche per Fini, come vedremo.

“Ma come è possibile che il centrosinistra stia con Fini? Ora è vero che Fini ha litigato con Berlusconi ma Gianfranco Fini è l’emblema della destra, era del movimento sociale, faceva le proposte di legge per abrogare il divieto di ricostituire il partito nazionale fascista. Ha detto delle cose nel corso degli anni assurde e peraltro spesso tutte e il contrario di tutte. Il centrosinistra deve smettere di rincorrere l’ultimo che parla male di Berlusconi, a essere capaci di una linea diversa da quella di Berlusconi è la vera sfida, noi non dobbiamo essere antiberlusconiani, noi dobbiamo raccontare un’Italia diversa”.

Che il presidente della Camera abbia detto tutto e il contrario di tutto è effettivamente lampante, ma è forse la prima volta che un alto espeonente della sinistra lof a notare. Finora infatti la linea era di stare morbidi sul capo di Futuro e Libertà finché si pone in contrapposizione con Berlusconi. Linea dalemiana, innanzitutto. E infatti:

“Su quanto dichiarato da D’Alema nei confronti di Casini che o sta con noi o sta con Berlusconi – continua il sindaco di Firenze - credo che nel corso degli anni le previsioni del presidente D’Alema sugli schieramenti non sempre si sono avverate e utilizzo un eufemismo, allora smettiamo di rincorrere gli altri”.

Chiusura dedicata all'istituto delle primarie, che devono essere:


“...aperte a tutti quelli che ci stanno, a chi costruisce la coalizione, l’importante però è costruire una coalizione che non sia come nell’ultima volta. E’ come se una macchina dovesse andare in un determinato posto: prima di decidere chi è l’autista, decidiamo dove vogliamo andarci e con chi andarci”.

E ora aspettiamo che sia proprio Renzi a proporre dove e con chi andare.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO