Immigrazione. Nella Firenze di Matteo Renzi inizia la sperimentazione dei test voluti dalla Lega Nord


Lunedì scorso, 17 gennaio, è iniziata la sperimentazione dei test pensati per immigrati che vogliono un permesso di soggiorno a tempo indeterminato. Questi quiz sono stati fortemente voluti dalla Lega Nord.

Firenze, amministrata da Matteo Renzi (Pd), e Asti, amministrata da Giorgio Galvano (Pdl), sono le prime due città che hanno proposto agli immigrati il test. Solo uno dei 17 candidati di Firenze è stato bocciato. I risultati di Asti si conosceranno solo la prossima settimana.

Il questionario è gratuito. La normale richiesta di permesso di soggiorno costa invece 200 euro. Gli immigrati che decidono di fare il test devono inviare una richiesta via mail al sito del ministero degli Interni. Entro 60 giorni viene convocato per lo svolgimento del questionario che avviene per iscritto o con un computer.

Per superare la prova il candidato deve conseguire almeno l’80% del punteggio complessivo. Se il risultato è soddisfacente può presentare una domanda alla questura che controlla se l’immigrato rispetta anche gli altri requisiti imposti dalla Comunità Europea.

In meno di due mesi al sito del ministero sono arrivate quasi 7mila richiesta per fare il test. 2mila sono state inoltrate da privati. Le restanti da associazioni, patronati, sindacati, Comuni e consulenti del lavoro.

Milano è la città che ha inoltrato più richieste. Seguono Brescia, dove un gruppo di lavoratori immigrati aveva scioperato da una gru lo scorso autunno, e Roma. I candidati più numerosi sono albanesi. Seguono marocchini, ucraini, moldavi. Dall’est Europa arrivava Maricica Hahaianu, la badante rumena uccisa con un pugno da un ragazzo a Roma. La sua storia la trovate qui, su Crimeblog.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO