Rassegna stampa estera: Berlusconi, Ruby e il Bunga Bunga ancora in prima pagina


Passano le settimane ma l'attenzione dei quotidiani stranieri sul Rubygate non accenna a scemare. Contemporaneamente, il tono degli articoli sul Bel Paese è sempre più sconsolato ed incredulo.

Lo svizzero Le Temps, ad esempio, ha sintetizzato in maniera lapidaria gli ultimi mesi di politica italiana:

Se si dovesse riassumere l’attualità politica italiana di questi ultimi mesi, questa si ridurrebbe a tre argomenti principali: il federalismo fiscale che la Lega Nord vuole portare a compimento nel più breve tempo possibile; le elezioni anticipate che i protagonisti politici della penisola continuano a reclamare; e infine gli scandali sessuali del cavaliere, che hanno oscurato i problemi più importanti dell’Italia – un mercato del lavoro insufficientemente flessibile, una pericolosa crisi del debito pubblico e una crescita economica in stallo.

Anche il quotidiano cubano Juventud Rebelde ha avuto parole di biasimo per il comportamento del premier:

Francamente non riesco ad immaginare in questa situazione un politico come Alcide de Gasperi, un uomo che affrontó Mussolini e che pagó con il carcere il prezzo della sua integritá morale. Eletto primo ministro nell’Italia del dopoguerra, guidó la ricostruzione nazionale e promosse il recupero economico. “Ci sono uomini che rubano, uomini di potere e uomini di fede. Io vorrei essere ricordato fra questi ultimi” diceva, con l’umiltà di chi si pone al servizio degli altri. Ciononostante chi governa l’Italia oggi dice di essere “il migliore governante in 150 anni”! Ah, ma la capacitá di Berlusconi affinché tutto gli scivoli addosso è proverbiale. Ha detto che terminerá la legislatura – cioé che durerá fino al 2013 – e giá prepara i suoi avvocati perché cerchino di togliere il caso dal tribunale di Milano e lo mettano nelle mani di un tribunale dei ministri, che il suo partito (il Popolo della Libertá) e la xenofoba Lega Nord possono bloccare senza nessun problema. Nel frattempo il lettore non italiano assiste stupito allo spettacolo di come il primo ministro di una tipica democrazia occidentale dorma tranquillo con una serie di scandali come cuscino.

Infine, durissimo l'editoriale del prestigioso Financial Times, intitolato "Arrivederci Silvio":

Sono veramente poche le democrazie in cui un premier coinvolto in uno scandalo del genere non rassegna le sue dimissioni, per risparmiare al suo governo e al suo paese i problemi derivati dal cercare di pulire il suo nome. Ma, come ci insegna la storia di Ruby Rubacuori, questo non é lo stile di Berlusconi. Restando in carica, Berlusconi fa in modo che il nome dell’Italia continui ad essere trascinato nel fango, sotto gli implacabili riflettori dei media internazionali. Fa sí che la sua coalizione di centro destra, senza una solida maggioranza parlamentare, venga distratta dai propri doveri e sia incapace di un’azione decisa mentre la situazione di crisi dell’Europa è ancora lontana dall’essere finita. Infine rende l’UE poco credibile ed ipocrita, impartendo lezioni a Egitto, Tunisia ed altri stati non europei su come governarsi, con un esempio supremo di malgoverno al suo interno. Berlusconi si definisce perseguitato da pm e magistrati di sinistra, che vorrebbero sovvertire il voto popolare e farlo cadere in un colpo di stato giudiziario. Le sue lamentele hanno senso solo perché l'opposizione, un'ammucchiata di ex-comunisti, cristiani democratici progressisti, verdi ed altri, é cosí debole da fare sembrare i tribunali la vera opposizione. Nonostante ció l'abbandono di Berlusconi non dovrebbe presentare problemi: il centro-destra italiano potrebbe facilmente trovare un sostituto nei suoi ranghi. L'Italia ha molti encomiabili servitori pubblici, da Giorgio Napolitano, il Capo dello Stato, a Mario Draghi, governatore della Banca Centrale. Fanno onore alla propria nazione e rappresentano il meglio della nazione italiana. Berlusconi no, e il suo rifiutarsi a fare la cosa giusta e mettersi da parte non puó essere definito che una vergogna.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO