Il Governo teme il referendum e dice "no" all'ection day: 300 milioni buttati ...

Mica scemi, quelli del Governo! Pdl e Lega, in primis la coppia dei “duri” B&B, non vogliono correre rischi e tanto meno vogliono che gli italiani corrano alle urne per il referendum su un tema infuocato come quello del legittimo impedimento.

Quindi, semplicemente, per bocca dell’ineffabile ministro leghista Maroni, il governo oggi ha detto no all' election day, all'accorpamento di amministrative e referendum.

Decisione grave per Dario Franceschini: «Così buttano dalla finestra 300 milioni di euro, in un momento- dice ai cronisti a Montecitorio- di grave crisi per le imprese e le famiglie italiane. Si fa questo per impedire di far raggiungere il quorum al referendum sul legittimo impedimento. Il Pd- aggiunge- ha già presentato una mozione che impegna il governo ad accorpare amministrative e referendum. La mozione presto verrà votata alla Camera e lì si vedrà chi ha a cuore gli interessi dei cittadini e chi pensa solo ai processi di Berlusconi».

Così, è se vi pare. Si sa che a pagare sono sempre gli stessi.

  • shares
  • Mail
73 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO