Berlusconi su Ruby: «Abbiamo le prove che non era minorenne»


Di tanto in tanto tocca rifare il punto su una delle più squallide vicende che abbiano visto coinvolta la politica (ma anche la magistratura) negli ultimi anni: il caso Ruby Rubacuori.

La novità che sta emergendo dagli atti è che la difesa potrebbe (forse) dimostrare che Karima non era minorenne, avvalendosi della confusionaria anagrafe dei paesi africani, in cui sarebbe stata registrata dopo la nascita addirittura "due anni dopo". Ecco come negli ambienti Pdl, secondo quanto riportato dal Corriere, si vede la vicenda.

"Sostiene il premier che lui non ha mai fatto sesso con la ragazza, sosterrà la difesa che in ogni caso non si trattava di una prostituta, ma se veramente fosse dimostrabile che Ruby ha conosciuto Berlusconi quand'era maggiorenne non ci sarebbe nemmeno bisogno di dover dimostrare le prime due cose, il processo finirebbe in quel momento"

Tutto questo vale ancora una volta a dimostrare come l'impostazione dell'accusa orchestrata dal Partito della Procura di Milano sia totalmente sbagliata e pretestuosa. Si vuole a tutti i costi dimostrare che il Premier abbia fatto sesso con una minorenne per condannarlo per induzione alla prostituzione, ma la cosa è evidentemente impossibile.

E onestamente alla maggior parte degli italiani frega da zero a meno uno. Interessa solo a chi odia Berlusconi e pensa che tutto sia lecito pur di toglierlo di mezzo. Ma proprio costoro - e soprattutto il Partito della Procura di cui sopra - se fossero meno livorosi e più concreti capirebbero di avere sotto gli occhi la vera accusa da sostenere, lasciando perdere questa storia di sesso che di voti a Berlusconi ne porta (tutti sotto sotto lo invidiano, inutile negarlo) invece di sottrarglieli.

Il vero e gravissimo reato di cui si è macchiato è di aver portato in consiglio regionale una nullità come la Minetti, che non ne aveva alcun titolo. E tutto questo solo per ricompensarla dei favori personali che gli ha fatto (leggi eventuale legamente sentimentale e tutte le incombenze di cui si è fatta carico in seguito). Per questa ragione l'accusa si deve concentrare sulla famosa telefonata in questura per salvare Ruby, da cui nasce il reato di concussione.

Il resto è fuffa. Sveglia!

  • shares
  • Mail
42 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO