Amministrative 2011: a Rimini Pdl e Lega in crisi, Pd senza avversari


La Lega appoggerà il Pdl solo nei grandi centri e Rimini non è uno di questi! Pare infatti che il centrodestra correrà diviso verso la sicura sconfitta elettorale nella cittadina balneare: i 128 mila riminesi (o meglio, i 113 mila elettori riminesi) nel maggio 2006, cioè alle ultime comunali, scelsero il candidato del centrosinistra con un risicato 51,1%.

Una percentuale non bulgara che però staccò di 10 punti il centrodestra. Il 15 maggio, se Pdl e Lega confermeranno l'intenzione di non confluire su un candidato comune, il Pd e gli altri suoi alleati potranno provare il piacere di vincere facile. I rappresentanti locali della Lega nord sono stati abbastanza chiari:

Con i nostri alleati di governo condividiamo i valori fondanti del mondo occidentale, ma a livello locale ciò non è sufficiente a garantire alleanze a prescindere... Vogliamo pesare la freschezza dei nostri candidati senza i problemi che un alleato diviso, litigioso e in ritardo sui programmi può scaricarci addosso.

Nel frattempo il candidato sindaco del centrosinistra, Andrea Gnassi, se la ride a aspetta di capire chi, tra Mario Formica, Gioenzo Renzi e Marco Moretti (oppure tutti e tre) lo sfiderà per conquistare la poltrona di primo riminese.

Via | Italia Oggi

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO