Il Comune ligure di Bordighera, guidato dal Pdl, sciolto per infiltrazioni mafiose

Probabilmente anche gli abitanti di Bordighera, Comune ligure di 10 mila abitanti, andranno alla urne il 15 e 16 maggio. Ma le elezioni amministrative non erano previste, dato che il sindaco Gianni Bosio (Pdl) non era in scadenza, essendo stato eletto con il 58% nel maggio del 2007.

Inaspettatamente, e per la prima volta in Liguria, il Consiglio comunale di Bordighera è però stato sciolto dal ministro dell'interno Roberto Maroni:

La richiesta di sciogliemento era stata avanzata l'estate scorsa dai carabinieri, che avevano compilato un dossier dal quale emergeva l'ipotesi di un collegamento tra alcuni politici e la malavita organizzata. Il Comune era governato da una coalizione di centrodestra e a seguito delle indagini la giunta venne azzerata e il sindaco ne formò un'altra. Erano emerse pressioni sul sindaco e su alcuni assessori per ottenere l'apertura di una sala giochi e altri favori.

Lo scioglimento di un Comune per infiltrazioni mafiose non rappresenta mai un bel segnale. Il fatto che questo avvenga in Liguria rende la cosa, se possibile, ancora più grave.

Via | Corriere.it

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO