Le Primarie fanno fiasco QUINDI Veltroni vuole renderle obbligatorie per legge


Finalmente Walter Veltroni ha smesso di litigare con Massimo D'Alema e si è cimentato nella stesura di una proposta di legge: una iniziativa legislativa che punterebbe a rendere obbligatorie le elezioni primarie. Ebbene sì: il Partito democratico è indeciso sull'eventualità di cancellarle dalla propria pratica politica, anche dopo la figura meschina rimediata a Napoli (primarie invalidate e ritorno alla vecchia contrattazione tra segreterie), e il Walter nazionale propone di estendere questo sistema a tutti i partiti. Come a dire: se noi dobbiamo soffrire non capisco perché gli altri devono ridere...

L'idea di fondo sarebbe quella di imporre ai partiti delle regole democratiche per quanto riguarda la selezione dei vertici e degli amministratori, per evitare che degli organismi che ricevono milioni di euro in finanziamenti pubblici siano gestiti da "una conventicola" di persone.

In teoria un nobile intento, nella pratica sarà davvero possibile rendere obbligatoria la democrazia nei partiti e creare, manu militari, una nuova classe politica grazie alle primarie? Voi che ne dite?

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO