Socialisti del Pdl, "via da Berlusconi!" Rino Formica chiama alla rivolta gli ex compagni di Craxi

Prende carta e penna Rino Formica, (classe 1927, ex mente lucida del Psi, definito dal ministro democristiano Beniamino Andreatta “Un commercialista di Bari esperto di fallimenti e bancarotta”) per chiamare a raccolta i socialisti del Pdl e rilanciare il progetto riformista di Bettino Craxi dando il benservito a Silvio Berlusconi.

Scrive alla fine ai suoi ex “compagni” l’ex ministro: “Non vi chiedo di prendere la scialuppa e di abbandonare la nave, ma se volete salvare un popolo che deve sostenere la rinascita del paese con la fine di una transizione tutta giocata all’insegna dell’antipolitica, dovete mettere sottocoperta il capitano, curarlo e sbarcarlo in un porto sicuro. A voi tocca il compito di riprendere la guida delle forze del revisionismo istituzionale, politico e sociale. Voi potete farlo perché venite da una scuola di liberi pensatori, di refrattari al dominio del potere, e di ribelli alla subalternità sociale. Non vi chiedo di passare con altri, ma di essere voi stessi sino in fondo. Berlusconi quando scoppiò Mani pulite, rinnegò Craxi e si sentì sciolto da ogni vincolo di gratitudine. Voi invece, dovete essere riconoscenti per l’ospitalità accordatavi, ma non obbligati a masticare capsule di cianuro, perché ciò che avete dato è molto di più di quanto vi è stato concesso. E non voglio ricordare che il Cavaliere spesso ha fatto finta di non conoscervi”

. L'onorevole Cicchitto e Brunetta e gli altri socialisti sarebbero i resistenti democratici "all’interno di un contenitore che non ha risposto alla originaria speranza di poter garantire una dialettica nuova e costruttiva alle spinte plurime della società"? Ridere o piangere?

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO