Assolta l'Italia per il crocefisso in aula

La Corte Europea ha accolto il ricorso italiano contro la condanna per la questione del crocefisso nelle aule scolastiche. Come ricorderete la questione era stata sollevata da una cittadina finlandese (?!) che l'aveva ritenuto un attentato alla libertà personale.

In modo abbastanza ridicolo si era parlato addirittura di violazione dei diritti umani, ma "I giudici hanno accettato la tesi in base alla quale non sussistono elementi che provino l'eventuale influenza sugli alunni dell'esposizione del crocefisso nella aule scolastiche."

Grande soddisfazione negli ambienti ecclesiastici e anche per il ministro degli Esteri Frattini:

«Accolgo con grande soddisfazione la decisione della Corte europea - ha commentato il titolare della Farnesina. - Oggi ha vinto il sentimento popolare dell'Europa. Perchè la decisione interpreta soprattutto la voce dei cittadini in difesa dei propri valori e della propria identità. Mi auguro che dopo questo verdetto l'Europa torni ad affrontare con lo stesso coraggio il tema della tolleranza e della libertà religiosa».

A volte il buonsenso ha la meglio sul fanatismo.

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO