Idv, guerra interna. Sciabolate Di Pietro-Tranfaglia

Non sono i nostri Tornado sui cieli libici, ma volano “pallottole” infuocate fra Antonio Di Pietro e Nicola Tranfaglia. “Nicola Tranfaglia? Ha tentato di ricattarmi". Così il leader dell'Italia dei Valori intervenuto a «24 Mattino» su Radio 24 ha spiegato il perché della fuoriuscita dello storico dal partito.

Tranfaglia, già responsabile Cultura dell'Idv, ha lasciato il movimento denunciando criteri di gestione “che non hanno nulla a che fare con il merito e la competenza”. Si tratta di un movimento, “familiare, governato con pugno di ferro dall'ex pm e da una schiera di amiche e parenti di ogni ordine e grado...”, attacca lo storico. “Senza nessuna spiegazione ha sospeso fino a tempo indeterminato il mio esiguo rimborso spese mensile, per improvvise difficoltà economiche”. Si tratta del rimborso della Scuola nazionale di formazione fondata da Tranfaglia all'interno dell'Idv.

Contrattacca Di Pietro: “Ho nel mio telefono un sms del buon Nicola Tranfaglia. Fino all'altro ieri mi diceva 'senti, rinnovami il contratto altrimenti faccio un articolo in cui dico male di te. Pensa un po' a 60 anni, dopo tutto quello che ho fatto, se mi faccio ricattare da Tranfaglia”.

Epperò. Sempre le stesse accuse piovono all’ex pm, dai suoi. Tutti lo accusano di gestione personalistica e dubbia del partito. Non c'è solo Veltri, ma Giulietto Chiesa, Franca Rame, l'ha fatto Pardi, poi ultimamente Cavalli Alfano e De Magistris ... Tonino, Idv come caserma o come villetta di Arcore?

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO