Amministrative 2011: a Bologna il candidato sindaco Pdl è ancora latitante


Le elezioni comunali di maggio 2011 si avvicinano e l'aria si fa sempre più elettrica (diciamo così) nelle città che saranno chiamate a scegliere sindaci e consiglieri comunali. A Bologna, ad esempio, sembra non valere la regola che voleva Lega e Pdl alleate nei grandi centri. Qui infatti, dopo le primarie del Pd (che hanno incoronato Merola come uomo del centrosinistra), è il centrodestra ad apparire un poco confuso sulla strada da intraprendere.

Il problema sembra essere il solito, ossia la mancanza assoluta di autonomia dal Capopolo. Finché dunque a Roma non ci si accorda sul da farsi, a Bologna non si è in grado di scegliere un candidato, con il leghista Manes Bernardini già lanciato senza però che il Pdl abbia chiarito se intende sostenerlo.

Però il tempo, come si dice, è tiranno: per presentare le liste c'è tempo fino al 14 aprile, ma per raccogliere le firme (tra le 350 e le 700) bisogna indicare il candidato sindaco. Col rischio di trovarsi di nuovo impantanati nei moduli taroccati e nelle firme false per poter rientrare nei termini. Neppure dopo lo scandalo Delbono il Pdl riuscirà a riprendersi Bologna?

Via | Repubblica - Bologna
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO